top of page

Prima Squadra

Victor Rho - Buccinasco 3-4 Plachesi, Covella, Radisa, Spina



Quattro partite in poco poi più di quattordici giorni era il Tour de Force che attendeva la nostra Prima Squadra all'alba del nuovo anno. Archiviata la gara di andata di Coppa contro l'Or.Pa.S., terminata 2-2, la prima di ritorno del campionato ci vedeva fronteggiare il Victor Rho in trasferta. La gara di andata era terminata 2-1 in favore degli avversari che avevano rimontato l'iniziale vantaggio firmato da Brevi.

La gara di ieri è stata ricca di emozioni e colpi di scena che hanno tenuto in bilico il risultato fino al novantaseiesimo.

Partiamo forte, pressando alto e portando numerosi uomini in zona offensiva, bel recupero e break di Massa che dal vertice destro fa partire un passaggio rasoterra, velo intelligente di Trevisan a favorire Plachesi meglio posizionato in area di rigore, controllo e destro chirurgico all'angolino. Ribaltamenti di fronte continui e grande pressione saranno la chiave di una gara in cui non si può mai togliere il piede dall'acceleratore. Pareggio immediato e azione quasi fotocopia, vertice destro, cross rasoterra e destro di prima intenzione che termina la corsa in fondo al sacco. Il gol non ci scalfisce anche se regaliamo un uno contro uno con Martini che fortunatamente i nostri avversari cestinano. Passa poco tempo e Careri Gianluca pesca con un lancio millimetrico Covella che si è mosso perfettamente alle spalle della difesa, portiere ospite che sta tra l'uscire e il restare tra i pali ed è freddissimo Gabriele a scavalcarlo con un morbido pallonetto. Prima gioia tra i grandi per il classe 2004. Quando la gara sembra indirizzata siamo noi a complicarci la vita, disimpegno difensivo sbagliato che libera solo in area il centroavanti avversario che calcia a botta sicura trovando la deviazione di mano di Dalmasso. Rigore sacrosanto e rigore trasformato spiazzando Martini. Di nuovo parità, di nuovo come se la partita fosse appena cominciata. Calcio di punizione dal cerchio del centrocampo, palla scodellata da Plachesi in direzione Bondi, a centro area, che sfrutta la lettura sbagliata del difensore per accomodare sulla sua sinistra il pallone per Radisa che di destro buca per la terza volta il portiere avversario. Si va al riposo in vantaggio ma con la certezza che la partita non può certo definirsi chiusa. La squadra gestisce bene il vantaggio e il Victor fatica ad arrivare con pulizia verso la porta difesa da Martini, lo stesso portiere con un lancio molto profondo, riesce a pescare Spina abile a sfruttare l'indecisione della retroguardia avversaria per saltare l'estremo difensore e piazzare di destro la rete del 4-2. Adesso sì che la partita pare in discesa ma un eccesso di agonismo dello stesso Spina ci costringe a giocare in 10 i restanti venti minuti più recupero. A dire il vero saremo noi, anche in inferiorità, ad essere pericolosi con un paio di incursioni pericolose di Radisa e qualche movimento in profondità di Brevi a cui però non riusciamo a dare seguito. Poco prima della segnalazione del recupero però la doccia gelata, con la punizione dal limite calciata con forza sul palo del portiere che non lascia scampo a Martini. Comincia una gara di sacrificio dove tutta la squadra con cuore e personalità difende il vantaggio. Ci vorrà un grande intervento di Martini a tenere il risultato sul 4-3 prima dell'ultimo folle minuto di recupero. Altra punizione calciata con potenza, Martini para con la palla che balla pericolosamente in area di rigore e calciata da un giocatore del Victor verso la porta, carambola a scavalcare il portiere con Bondi a salvare sulla linea e con il seguente tiro al volo su cui si immola Dalmasso mandando in corner. Sullo stesso Martini esce coraggiosamente con i pugni, palla sul secondo palo impattata al volo dagli avversari e bloccata da un intervento in scivolata di Careri, cumulo di uomini in zona palla, almeno 8, finché Martini non si getta alla disperata sul pallone e qui l'arbitro fa rispettare la sacra regola "Palla contesa, palla alla difesa". Sul rilancio arriva il triplice fischio ed un urlo liberatorio si alza nel cielo dell'Oratorio San Carlo di Rho. 3 punti si una pesantezza inimmaginabile ed una prestazione da veri gladiatori.

Ora continua il nostro periodo stakanovista, prima con il ritorno in Coppa di Mercoledì sera, in cui invitiamo una volta di più i nostri a venire a tifare i nostri ragazzi in questa importante e delicata partita e poi Domenica si torna tra le mura amiche ospitando il Corsico.


(Ufficio Stampa Pol. Buccinasco)










70 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Under 14

Comments


bottom of page